ITALIA NOSTRA ANCORA SU PALAZZO PATRIZI

Dal Corsiena:
“Una parte non indifferente della serata è stata dedicata alla illustrazione delle vicende di quel celebre palazzo che, oggi semi soffocato da un’edilizia gaglioffa, accoglieva un tempo i viaggiatori che provenivano dalle zone nord della città. Si tratta del Palazzo dei Diavoli, al quale l’architetto Michela Scarpini ha dedicato un lungo studio che, nato come tesi di laurea, è divenuto poi un pregevolissimo saggio (“Palazzo dei Diavoli a Siena. Storia Architettura Civiltà”. Siena, Edizioni Cantagalli, 2002), nel quale si percorrono tutte le vicende storico-artistiche che connotano la lunga, sovente travagliata vita del grande immobile di via Fiorentina. Tanto più importanti le comunicazioni dell’architetto Scarpini dato che, proprio in questi ultimi tempi, il Palazzo dei Diavoli viene sottoposto ad un radicale e necessario restauro da parte della proprietà, la Società di esecutori di Pie disposizioni. Se non è ipotizzabile un futuro uso pubblico della struttura, è augurabile che per lo meno una qualche sua parte, ad esempio la cappella, possa, al termine dei lavori, divenire aperta a tutti, dato che si tratta di un monumento importante per la storia e l’arte senese che merita una maggiore attenzione a tutti i livelli”.
FORZA! salvare la cappella…ma è proprietà privata: Italia Nostra ricordi anche allo Stato di pensare ai suoi monumenti!

Rispondi