ACQUA, VINO, ALTA VELOCITA’ E PALAZZO DEL GOVERNATORE

Successo previsto per la mostra sul Lorenzetti. Ci mancherebbe che con tanto impegno di enti prolungato nel tempo non ci fosse stato anche un risultato evidente. Media sensibili partono finalmente per la doverosa pubblicità
Ben vengano quindi gli elogi: almeno qui i soldi si spendono ma si vedono risultati.
Dolenti note invece pertinenti per SALVIAMO SIENA vengono da altri fronti.
Il primo è quello dell’ENOTECA, ente di primaria importanza perduto ormai. Massima solidarietà ai dipendenti che pare fossero da mesi in attesa di stipendio.
Il secondo è quello dell’acqua, dove come si sa Chianti e Radicofani sono ridotti alle autobotti.
Ma preoccupante l’intervista di domenica a la Nazione Siena del Presidente del Fiora. Bisogna attviare alle sorgenti, Montedoglio o addirittura Lazio.
Si parla con la Regione, e va bene, ma i tempi sembrano lunghi e il 2018 incombe minaccioso se non ci saranno piogge serie, molto serie.
Il terzo tema è la vendita del palazzo della Provincia, che i colti sanno essere stato il palazzo del Governatore dei Medici. 9 milioni evvia, tutta una storia. Non era palazzo da museo per l’età moderna di Siena? E’ stato proposto tempo fa, inutilmente. E ora si capisce meglio perché.
Il quarto tema è la alta velocità a Chiusi. Non sarebbe essenziale per migliorare turismo e lavoratori della Chiana e del Senese-Perugino? Non pare che le istituzioni senesi si siano scaldate. Anzi. Tante scappellate al Presidente Mattarella ma richieste poche o nulle, a quanto pare.
Non possiamo neppure gioire a differenza dell’ass. Maggi per il raddoppio Granaiolo-Empoli che pare finalmente finanziato. anni fa lo si dava per fatto! Ci prendono sempre in giro. Ora le elezioni svegliano prossime i rendiconti positivi, come nei ridicoli manifesti del Comune/Valentini. Basterebbe questa protervia a farlo bocciare.

Rispondi