MA E’ UN’OSSESSIONE LA BICICLETTA? SI ASSICURI MOBILITA’ SERIA

Ben sei Comuni di un’area vastissima, da San Gimignano a Sovicille, passando per Colle e Siena naturalmente, hanno ottenuto UN milione UNO per migliorare la mobilità, farla ‘smart’.
Leggete da LA NAZIONE di oggi cosa comporterà questo ‘regalo’, che è ben modesto rispetto alla presunzione di smuovere una situazione drammatica per certi versi. Le ferrovie, fondamentali, restano quelle che sono, le strade peggiori di quelle che sono… Ma leggete l’incredibile novità, dopo le amenità che sono state sviluppate dal grosso business (questo sì) che è stato il MERCATO MONDIALE DEL TURISMO! Sarà in ogni caso interessante vedere un rendiconto sull’uso di questo milione…usato quando?

“un’area da 130miia abitanti per poter partecipare al bando – ha spiegato Fulvio Mancuso, vice sindaco di Siena – con ricadute su 42mila studenti e 14mila lavoratori», concentrati in particolare in poli pubblici come il Comune di Siena e i due atenei cittadini, l’Azienda ospedaliera universitaria senese, l’azienda Usl 7 ed Estav sud-est, privati quali Banca Mps, Gsk e Whirlpool Europa.
«QUANDO Siena sviluppa sinergie su un’estesa area territoriale – ha aggiunto Mancuso – riesce a essere più competitiva e, come in questo caso, intercettare risorse importanti».
Tra i progetti, i potenziamenti dei servizi di bike sharing: in arrivo quattro stazioni in più a Siena (piazza del Mercato, Tufi, facoltà di Ingegneria in via Roma, Rettorato), due a Monteriggioni (compresa per la prima volta quella al Castello).
Il progetto riguarderà anche il futuro collegamento tra Poggibonsi e Colle Val d’Elsa, con la prospettiva dello sviluppo della ciclabile lungo l’ex tracciato ferroviario, e sull’asse Bellavista-Staggia che, in futuro, potrà condurre a Monteriggioni e a Siena.
ATTENZIONE poi ai progetti Pedibus e Bicibus per gli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado, utilizzabili anche dai ragazzi diversamente abili, alle proposte formative di «Eco-guida» e in particolare alle iniziativa di car pooling per incentivare l’utilizzo di mezzi con più passeggeri destinati ai luoghi di lavoro e alle scuole.
A questo proposito sarà sviluppata una specifica app relativa ai territori interessati e saranno creati sei mobility manager, uno per comune, che seguiranno appositi corsi di formazione.”

Rispondi