FINALMENTE! MA LA POLITICA NON SONNECCHIA SUL PROBLEMA?

COMUNICATO DELLA
Confconsumatori

“Problema siccità, stop alla logica dell’emergenza”

“Acqua razionata in almeno 20 Comuni, Regioni pronte a dichiarare lo stato di calamità, gli agricoltori che stimano 200 milioni di euro di danni”. Confconsumatori interviene denunciando come “nel caos della caccia alle responsabilità tra istituzioni e gestori, i cittadini-consumatori pagano il prezzo più alto della crisi idrica. Sono già una ventina i Comuni in cui è stata razionata l’acqua, e certamente c’è da aspettarsi che aumentino i costi dei prodotti di agricoltura e allevamenti, senza considerare che i fondi di solidarietà per chi richiede lo stato di calamità vengono sempre dalle tasche dei contribuenti.
Ma non è certo il consumatore il responsabile della scarsità d’acqua che si sta verificando in molte parti d’Italia”.

Rispondi