LA SMART CITY SI PRESENTI! BASTA POLEMICHE MA CHIAREZZA, TANTA, E’ FINALMENTE NECESSARIA

I dati slla situazione stazionaria di Siena in un indice che fu segnalato un anno fa nei social solo e per primi perché documentava una discesa che l’Amministrazione non voleva divenisse pubblica, è di nuovo oggetto di precisazioni questa volta nei media ufficiali.

Bene, che ne venga chiarezza. Ma non basta questa o quella precisazione, come non basta un intervento dell’assessore delegato alla Smart City.

Sarebbe opportuno che ci fosse un incontro documentato, cioè con parole accompagnati da un dossier che con tanto di link e di dati di bilancio ci spieghi che cosa si è fatto, cosi si sta facendo grazie all’etichetta e che cosa ci si può attendere. Anno per anno, per favore.

L’incontro venga pubblicizzato con largo anticipo e sia di lavoro, per favore.

Altrimenti si proseguirà nell’ambiguità di premi e sigle discusse o discutibili (tipo SMAU) e informazioni riservate a pochi. Anche l’organico di Siena Smart sarebbe bene conoscerlo perché ci sembra ‘democratico’ che vengano fuori i nomi di chi viene giustamente pagato per fare la sua parte in Siena Smart.

Non vi sembra un atteggiamento collaborativo?

Abbiamo pregato il prof. Ascheri di placare la sua ira da anziano cane da turtufi per imbrogli piccoli e grandi e mettersi in attesa, anche per segnarsi sul calendario la data buona.

Possiamo fare meno con l’utilissimo Eretico, ma se ci leggerà mai abbia anche lui un atteggiamento aperto: chiariscano. Anzi, potrebbe anche farci un’inchiesta, no?

Rispondi