NUOVO INTERESSE DEI MEDIA? QUESTIONE MURA STORICHE E SITO E LEGGE UNESCO

Oggi utili articoli sul Centro storico, anche del nostro collaboratore prof. Ascheri, sui giornali senesi.

Riemerge con forza il problema delle mura storiche, per le quali un consorzio di imprenditori manifesta opportuno interessedalle quali stanno cadendo mattoni pericolosi per i passanti in alcuni punti della città. Non è possibile palleggiarsi le responsabilità.

Il Comune ha il dovere di denunciare il proprietario (Stato) se non mette in sicurezza. Ma ha anche il dovere di spendere bene e presto i due milioni e oltre ricevuti dal Ministero. A che punto siamo?

Tra parentesi, come sono stati spesi i soldi sulla legge Unesco avuti negli anni passati?

Solo in progettazioni e studi? Il  problema è emerso in Consiglio comunale?

Quest’anno com’è noto invece di provvedere alle necessità di mura e piccioni sulla legge Unesco si è richiesto intervento di 85mila euro per le bici elettriche, costose, e anche brutte e pericolose nel Centro storico. Grave che da Roma siano stati dati, forse contando su una ciclo-stazione promessa dalla Giunta nel piano triennale del sito Unesco (spesa 2,5 milioni!) ma naturalmente mai finanziata e finanziabile sul bilancio comunale. Pare che il sogno comunale non sia mai stato notificato al Ministero, tratto quindi in errore. E forse perciò in parte giustificabile nella sua accondiscendenza alla intempestiva richiesta della Giunta senese.

Contiamo di darvi i contenuti degli articoli apparsi  a breve.

p.s. dispiace l’articolo dell’assessore Maggi, una difesa dell’eliminazione delle auto dal centro senza alcuna indicazione su come tutelare la residenza nel Centro. Singolare anche che ci si glori di chiudere la Y e non si tenga conto dei riflessi sulle strade contermini.

 

unesco_page_1 unesco_page_2

 

 

 

 

 

 

 

Capitale Unesco si propaganda no.pdf

Rispondi